Our Blog

  • Cuoio e calzature

    Dalla lavorazione del cuoio nasce nelle Marche la moderna industria calzaturiera. Nella provincia di Ascoli Piceno, artigiani del cuoio sono presenti in molti centri (Amandola, Ripatransone, Massignano), ma l’area di maggiore concentrazione dell’attività coincide, già dal Quattrocento, con la città di Ascoli. Il cuoio è usato in prevalenza per produrre scarpe ma gli […]

  • Carta e legatoria artigiana

    Dal 1200 nelle Marche si fabbrica carta con indumenti in disuso e materie alternative, inizialmente solo stracci di cotone (carta bambagina), in seguito anche cenci di lino e canapa. Il processo di lavorazione degli stracci per la fabbricazione della carta trova nelle Marche, a Fabriano, uno dei centri produttivi più importanti. I cartai di Fabriano sono i primi […]

  • Ceramica, maiolica, terracotta

    L’artigianato della ceramica caratterizza tutto il territorio delle Marche, dotandosi di volta in volta di particolarità tecniche e culturali. L’arte di decorare la maiolica è presente ad Ascoli Piceno sin dal 1500, periodo in cui si fa netta la distinzione tra fornaciari produttori di laterizi, vasai fabbricanti di utensili in terracotta, e maiolicari produttori di oggetti in ceramica decorata. Gli utensili in terracotta e le ceramiche […]

  • La carta de “I Ragazzi del Mare” di Pedaso

    I Ragazzi del Mare della Scuola Media di Pedaso, li trovi lì, da oltre vent’anni, in quelle pagine non rilegate del tempo, negli spazi dei sogni che si concretizzano. Alcuni li vedi intenti a frullare materie naturali che si scompongono, altri li vedi mestare nel tino, immergere piccole reti che […]

  • Produzione e tipologie di carta

    Le materie prime utilizzate per la produzione di carta sono suddivise in fibrose (le fibre intrecciate che formano il feltro) e non fibrose (sostanze additive che danno colore, peso, levigatezza e altre caratteristiche alla carta). Le materie fibrose, che nella produzione moderna vengono ricavate quasi esclusivamente dalle paste di legno […]

  • La Cartiera Papale di Ascoli Piceno

    Già il Catasto ascolano del 1381 e gli Statuti del 1377 attestano che in città si fabbricava, oltre alla “carta pecudina”, ossia di pecora, “carta bambagina” ricavata dagli stracci, che trova la sua documentazione ufficiale in un rogito del 1414 e una precedente testimonianza nel 1349, quando Tommaso di Buonaventura […]

  • Storia della carta

    Tra i vari impieghi che la carta ha trovato nel corso dei secoli, certamente il primo fu l’utilizzo come supporto per scrivere e disegnare. Prima che la carta si diffondesse per il basso costo e la caratteristica versatilità, sottigliezza, leggerezza, resistenza, facilità ad essere assemblata rilegata o incollata, la funzione […]

  • L’arte dei vasai piceni

    La produzione di ceramica e terracotta richiede al vasaio un minuzioso lavoro, sin dalla lavorazione della materia argillosache sarà poi manipolata al tornio. Sia nella produzione di ceramica d’impasto, ricavata dalla trasformazione di argilla grossolana e mista, per oggetti d’uso comune, sia nella creazione di oggetti in ceramica figulina, riservata a oggetti pregiati, l’artigiano […]

  • L’arte di Marco Calcinaro

    Una forte personalità e una capacità creativa perfettamente riconoscibile, frutto di una costante ricerca stilistica che ha come primo obiettivo l’originalità. Marco Calcinaro, originario di S. Benedetto del Tronto (AP), è un artista grafico costantemente determinato ad esprimere al massimo il proprio talento, attraverso nuove modalità artistiche e innovativi mix […]

  • Compagnia dei folli

    Le luci si spengono, il silenzio si diffonde tra il pubblico. Lo spettacolo ha inizio, nelle vie e nelle piazze. Con la Compagnia dei folli arriva il teatro di strada e d’immagine. Uno dei grandi simboli della cultura creativa picena che si propaga attraverso l’inventiva e l’abilità di contemporanei istrioni e menestrelli, mimi, mangiafuoco […]